Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Un calcio contro mafia capitale

image_pdfimage_print

Un calcio alle mafie. Forte e ben assestato. Da parte di chi si confronta e combatte il fenomeno della criminalità organizzata anche quotidianamente. A Corviale, va in scena una partita di calcio particolare. A mettere gli scarpini infatti, saranno proprio i magistrati. L’iniziativa si inserisce nella cornice della manifestazione “Spiazziamoli: 50 piazze per la democrazia e contro le mafie” che si svolgerà venerdì 6 e sabato 7 marzo.

UN CALCIO A MAFIA CAPITALE – Il Municipio XI, attraverso una memoria di giunta, ha aderito dell’iniziativa, indetta dalle associazioni Libera e Da Sud. Nello specifico, all’interno del territorio municipale, si giocherà una partita di pallone. E’ stata organizzata per la giornata di sabato, presso il Campo dei Miracoli di via Poggio Verde 455, a Corviale. All’evento “Un calcio contro l’illegalità contro Mafia Capitale” oltre alla  Nazionale Magistrati,  prenderà parte l’Associazione Avviso Pubblico, e l’Associazione Calciosociale.

“Con questa adesione continua l’impegno del nostro Municipio contro le mafie e l’illegalità, iniziato a novembre 2013 con l’adesione al ‘Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco di azzardo’ – ha ricordato il Presidente municipale Maurizio Veloccia – abbiamo inoltre sottoscritto  il Protocollo ‘Municipi senza Mafie ‘anche questo promosso dall’Associazione DaSud, per ribadire il nostro impegno nella diffusione dei valori della legalità e delle buone pratiche di prevenzione e controllo sui fenomeni di corruzione e illegalità.

L’IMPEGNO DEL MUNICIPIO – Sul fronte del contrasto alla criminalità organizzata, il Municipio XI si è speso in altre iniziative.”Abbiamo partecipato alla Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie che si è tenuta il 22 marzo 2014 a Latina, ed abbiamo promosso un accordo con Libera – ha infine aggiunto Veloccia – per lanciare  percorsi di sensibilizzazione tra gli studenti del territorio”. La strada è ancora lunga. Ma qualche passo, indubbiamente, è già stato fatto.

link all’articolo

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>