Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Tutte contro lui (The Other Woman)

Buon sangue, qualche volta, mente

image_pdfimage_print

Tutte-contro-lui-The-Other-Woman-trailer-italiano-clip-e-locandine-della-commedia-con-Cameron-Diaz-3di Nick Cassavetes. Con Cameron DiazLeslie MannKate UptonNikolaj Coster-WaldauNicki Minaj USA 2014

Carly (Diaz) è un avvocato newyorchese di successo ed ha una appassionata  relazione con l’affascinante uomo d’affari Mark (Coster-Waldau); una sera lui disdice all’improvviso la cena organizzata per conoscere il padre lei, Frank (Don Johnson) e  questi ,consumato dongiovanni, le consiglia di andargli a fare una sorpresina erotica. Abbigliata da idraulico sexy, Carly suona alla sua porta e le apre Kate (Mann), la moglie casalinga ed ingenuotta di Mark. Dopo qualche tira e molla le due diventano amiche ma una sera , dopo mesi di astinenza coniugale,  lui le chiede di far l’amore; Kate si precipita in bagno per depilarsi e farsi bella ma lo sente parlare al telefono con un’amante; sicura che questa sia Carly, si precipita da lei  ma insieme scoprono che c’è una terza donna, la giovane e prosperosa Amber (Upton). Le tre decidono di vendicarsi e, dopo qualche scherzaccio con ormoni e lassativi, Carly capisce che Mark sta truffando il suo socio Nick (David Thorton) e che ha creato allo scopo una società con sede alle Bahamas, della quale l’ignara Kate appare amministratore unico. Le ragazze prosciugano i conti di Mike, restituiscono il maltolto a Nick e Kate, assistita da Carlly, entra brillantemente in affari.

Il regista è figlio di John Cassavetes e di Gena Rowlands e fin qui ha fatto film di qualche interesse, vedi Alpha dog, lasciando la sensazione che ci fosse in lui un po’ della creatività di famiglia. Questo film, però, è la cartina di tornasole di un onesto e limitato mestiere: sembra proprio un film buttato lì per sfruttare la popolarità televisiva di Coster-Waldau (Il trono di spade),puntellato di battutine post-femministe, risapute gag goliardiche su cacca e vomito e le solite faccette della Diaz.

 

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>