Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Smart cities e Urban Transformation: al via il nuovo Fondo investimenti per l’abitare di Cdp

image_pdfimage_print

100 milioni di euro per servizi di sharing, laboratori di arti e mestieri, centri sportivi polifunzionali e co-working per l’innovazione
Al via il nuovo Fondo investimenti per l’abitare (Fia2) finalizzato alla trasformazione di 14 grandi città italiane in smart cities: la Cassa depositi e prestiti, in qualità di anchor investor, ha stanziato 100 milioni di euro nel nuovo fondo che sarà gestito dalla controllata Cdp Investimenti Sgr. Alla capitalizzazione parteciperanno anche altri investitori istituzionali di livello internazionale, con l’obiettivo di raggiungere la quota di 1 miliardo di euro.

Il nuovo Fondo ha l’obiettivo di riqualificare e riconvertire i complessi immobiliari in disuso nelle città donandogli una nuova vita grazie a progetti di urban transformation. Residenze in affitto con servizi di sharing, laboratori per apprendimento di arti e mestieri, centri sportivi polifunzionali a costi accessibili, poli di smart co-working per l’innovazione: queste alcune delle nuove destinazioni degli edifici recuperati.

In aggiunta all’opera di riqualificazione, il fondo realizzerà una nuova offerta abitativa in locazione diffusa, proponendo nuove soluzioni di qualità affiancate a servizi integrati che possano rispondere alle esigenze di mobilità e ai nuovi stili di vita della collettività.

Questo nuovo progetto parte facendo leva sul programma di housing sociale, per cui Cdp ha stanziato 3 miliardi di euro finalizzati alla realizzazione di 20.000 appartamenti a canone calmierato e 8.500 posti letto in residenze temporanee.

link all’articolo

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>