Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Lupi(Ap): commissione d’inchiesta alla Camera sulle periferie

image_pdfimage_print

Proposta in discussione a giugno, previsto un anno di lavori.
Una commissione parlamentare d’inchiesta sullo stato delle periferie nelle città italiane. La proposte è di Maurizio Lupi, capogruppo di Area popolare alla Camera, che l’ha presentata al Gratosoglio, quartiere popolare di Milano simbolo della ricostruzione del Dopoguerra e oggi in gran parte restrutturato.

“Parigi e Bruxelles hanno dimostrato come i terroristi non vengono da fuori, purtroppo sono figli degli immigrati di prima e seconda generazione che sono diventati cittadini francesi o belgi e hanno vissuto in quelle periferie abbandonate. L’Italia non può permettersi questo lusso, deve investire in sicurezza, in prevenzione, in collegamento tra servizi segreti dei diversi Stati, ma deve anzitutto investire nella riqualificazione delle nostre periferie per evitare che le periferie milanesi, quelle di Palermo o di Napoli diventino delle banlieue o delle Molenbeek italiane”.

Autore della proposta, che sarà esaminata a giugno dall’assemblea di Montecitorio, è anche Andrea Causin, deputato di Area popolare secondo il quale la commissione dovrà concentrarsi su tre obiettivi: “Una forte azione di monitoraggio nei quartieri a prevelenza islamica, una forte mappatura del degrado, ma anche alcune idee da suggerire al Parlamento e al governo per poter agire sul versante della sicurezza e dell’integrazione”.

Se la proposta verrà accolta dalla Camera senza modifiche la commissione sarà composta da venti membri e avrà un anno di tempo per concludere i lavori.

link all’articolo

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>