Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

I Mercenari 3 – The Expendables (The Expendables 3)

L’allegro autunno dell’action

image_pdfimage_print

di Patrick Hughes. Con Sylvester StalloneJason StathamJet LiAntonio BanderasWesley Snipes  USA 2014

Barney Ross (Stallone) con Lee Christmas (Statham), Gunnar Jensen (Dolph Ludgren), e Toll Road (Randy Couture) prima libera da un treno blindato Doc (Snipes), e poi, su incarico della C.I.A., va all’assalto di un carico d’armi pronto a salpare per la Somalia; al porto li aspetta Hale Caesar (Terry Crews), che ha già predisposto il terreno ma quando arrivano al bersaglio Barney scopre che il capo dei trafficanti è il suo ex-socio Conrad Stonebanks (Mel Gibson) che credeva morto; questi prima ferisce gravemente Caesar, poi butta un bomba contro i mercenari che si salvano a stento. Mentre Caesar combatte con la morte in una clinica, il comandante C.I.A. Max Drummer (Harrison Ford) gli dice che Stonebanks è potentissimo e si è macchiato di enormi crimini e lo incarica di catturalo vivo perché sia processato all’Aja. Barney, consapevole della pericolosità della missione che richiederebbe persone più giovani, riunisce i suoi e comunica loro che ha deciso di sciogliere il gruppo; loro protestano ma lui è irremovibile. Va a Las Vegas e incarica il suo ex commilitone Bonaparte (Kelsey Grammer) di trovargli dei giovani da ingaggiare; si uniscono così all’impresa gli ex-militari Smilee (Kellan Luntz) e Mars (Victor Ortiz), l’hacker Thorn (Glen Powell) e la tostissima buttafuori Luna (Ronda Roussey); falsificando la data di nascita, si presenta anche lo spagnolo logorroico Gango (Banderas) ma Barney non lo ingaggia. I nuovi Mercenari, grazie ad una soffiata di Trench (Arnold Schwarzenegger), vanno a Bucarest, dove Stonebanks sta per vendere una partita d’armi pesanti a Vata (Robert Davi); riescono a catturarlo ma lui ha un gps al polso e i suoi arrivano a liberarlo. Barney riesce a scappare ma Smilee, Mars, Thorn e Luna sono catturati e Stonebanks li porta in Armenia e se ne serve per obbligare Ross a cercare di salvarli per ucciderlo. Trench spiega a Barney che il trafficante in Armenia è difeso dal corrotto esercito locale e, pur confermandogli l’incarico, dichiara che la sua cattura è una missione suicida. Mentre sta per partire lo raggiunge Gango e stavolta lui lo arruola; al momento del decollo si presentano Doc, Lee, Toll e Gunnar e, quasi a forza, si uniscono alla missione. Max decide di raggiungerli, accompagnato da Trench e da Yin Yang(Li). I sei liberano i ragazzi e, insieme a loro, aiutato dal cielo dall’aereo di Max distruggono l’esercito armeno. Stonebanks affronta Barney in un ultimo corpo a corpo e questi lo uccide. I vecchi e i nuovi Mercenari, compreso Caesar che è guarito, si preparano a nuove missioni, mentre Trench fa coming-out e dichiara la sua relazione con Yin.

Il primo I mercenari era il tipico prodotto della società di produzione Nu Image: un forte cast con altri valori produttivi contenuti; il parzialmente imprevisto successo commerciale li ha convinti ad un sequel più costoso che ha avuto incassi notevoli. Questo, invece, in America è andato in maniera deludente ma, probabilmente in altri paesi si rifarà (da noi, ad esempio, sta tenendo bene). Certo, la formula è un po’ ripetitiva e il 3, forse, sconta la lunga pausa narrativa – sulla falsariga de I magnifici 7 – della selezione dei nuovi adepti e, forse, anche l’inutile ricerca di eroi giovani per ragioni di target. In realtà, al prezioso pubblico giovanile, piaceva il meccanismo dei vecchietti impavidi, indistruttibili e brontoloni: i nonni che vorrebbero avere.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>