Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Dracula Untold

Dracula tiene famiglia

image_pdfimage_print

di Gary Shore. Con Luke Evans, Dominic Cooper, Sarah Gadon, Charles Dance, Diarmaid Murtagh USA 2014

Siamo nel XV secolo e il conte Vlad (Evans) governa la Transilvania, che è parte dell’ Impero Ottomano. A 15 anni era stato ceduto dal padre agli invasori, insieme a tutti suoi coetanei, in segno di pace e lui era stato duramente addestrato a diventare un guerriero; era diventato così il feroce e temuto Impalatore. Ora regge con saggezza il proprio paese e vive serenamente con la moglie Mirena (Gadon) e con i figli. Un giorno uno dei suoi uomini trova nel bosco la testa di un esploratore turco. Vlad sa che ci saranno vicini altri armati e, con due scudieri, li va a cercare. I tre arrivano ad una caverna piena di pipistrelli e lì trovano i resti degli altri turchi e una quantità di scheletri umani; appare una creatura mostruosa (Dance) che uccide i due compagni del conte mentre lui si salva a stento. Tornato al proprio castello, viene a sapere da Frate Lucian (Paul Kaye) che nella grotta risiede da secoli il Vampiro, un nobile che aveva stretto un patto con le Tenebre, che gli avevano concesso l’immortalità ma lo avevano condannato ad essere il mostro che lui aveva incontrato. La sera, mentre nel palazzo si festeggiano 10 anni di pace, arriva il Bey Hamza (Fernand Kinsley) che, oltre a ritirare il consueto tributo in danaro, comunica che il Sultano Mehmed (Cooper) vuole mille adolescenti, tra cui i figlio di Vlad, Ingeras (Art Parkinson), per addestrarli ed arruolarli. Lui va da Mehmed – con il quale era cresciuto come un fratello – per dissuaderlo ma inutilmente. Quando, per evitare al suo popolo una impari guerra, sta per consegnare il figlio ha un moto di ribellione e uccide i soldati che erano venuti a prenderlo. La guerra è ormai certa e la disfatta anche ma Vlad va dal Mostro e questi, dopo avergli fatto bere il proprio sangue, gli comunica che per tre giorni avrà da vivo tutti i poteri del vampiro dopo di che morirà ma che, se non resisterà alla tentazione di bere sangue umano, sarà condannato alla condizione di Non Morto. Il conte uccide da solo mille turchi e, prima che arrivi una seconda ben più nutrita ondata, parte con tutto il suo popolo per un monastero di montagna molto ben protetto dalla natura circostante. In una sosta lo zingaro Chkelgim (Zach McGowan), nato con il destino di essere servo dei vampiri, gli offre il proprio sangue ma lui lo scaccia. Nell’ultimo tratto del viaggio, lascia il comando al fido Dumitriu (Murtagh) per affrontare da solo i turchi ma deve accorrere per salvare la moglie e il figlio. Nel monastero Lucian, che ha capito cosa gli è capitato, convince gli altri a dargli fuoco; i suoi poteri lo salvano e, aiutato da milioni di pipistrelli, distrugge l’esercito nemico. Ma Mehmed, penetrato nel monastero, con alcuni armati rapisce Ingeras e butta da un dirupo Mirena. Vlad si lancia per salvarla ma non ce la fa e lei, morente, lo supplica di suggere il suo sangue (sono trascorsi i fatali tre giorni) per rimanere vivo e salvare il figlio. Lui lo fa e fa bere il proprio sangue ai pochi superstiti tra i transilvani. Con quel drappello di invincibili vampiri, uccide Mehmed ed i suoi uomini e salva il ragazzo. I vampiri tentano di aggredire Ingeras che viene salvato dal Frate che con una croce li tiene lontani. Il sorgere del sole li annienterà ma Chkelgim porta in salvo Vlad, ormai definitivamente ed eternamente Dracula.

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>