Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Corviale: tentato furto al centro raccolta Ama di via Arturo Martini

image_pdfimage_print

Corviale: tentato furto al centro raccolta Ama di via Arturo Martini

Si è introdotto all’interno del deposito Ama di Corviale  dopo aver rotto una finestra assieme ad altri complici, scopo della visita? un  tentativo di furto. Intenzioni sventate dai carabinieri della Stazione Roma  Villa Bonelli che ieri sera hanno arrestato un cittadino romeno di 30  anni, senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, con  l’accusa di tentato furto aggravato in concorso. Lo straniero, assieme ad altri  complici, si è introdotto mediante l’effrazione di un cancello, all’interno del  deposito di via Arturo Martini. Quando i militari sono  intervenuti poiché lo avevano notato mentre stava caricando del materiale  ferroso all’interno di un’autovettura station wagon, ha tentato la fuga assieme  agli altri complici ma è stato bloccato ed ammanettato.

RITO DIRETTISSIMO - Dopo l’arresto il 30enne è stato  accompagnato in caserma e trattenuto a disposizione dell’Autorità  Giudiziaria in attesa del rito direttissimo mentre, tutto il materiale  rinvenuto nell’autovettura è stato riconsegnato all’avente diritto, l’auto   stata sequestrata. Il tentativo di furto ha provocato anche danneggiamenti alla  struttura, in particolare all’Ufficio accoglienza.

AMA - Il furto sventato ha trovato il ringraziamento da  parte del presidente di Ama Piergiorgio Benvenuti che questo  pomeriggio si è recato a salutare i dipendenti presenti nella struttura, “ancora una volta un nostro centro di raccolta riservato ai rifiuti  ingombranti, elettronici e speciali è stato oggetto di un tentato furto. Queste  strutture, purtroppo, vengono spesso prese di mira dalla microcriminalità per  trafugare i metalli contenuti prevalentemente nelle apparecchiature elettriche  ed elettroniche. Voglio ringraziare i Carabinieri perché, grazie alla loro  attività di vigilanza, è stato possibile assicurare alla giustizia i  responsabili di questa azione criminosa”.

romatoday

RelatedPost

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>