Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

AVCCP lancia appello dopo la chiusura del canile di Vitinia

image_pdfimage_print

iolibero_lg

Chiuso il parco canile di Vitinia ex Poverello, via del Mare km 13.800. Deportati in una struttura privata gli ultimi 20 cani presenti all’interno.

Oggi non è stato solo chiuso l’unico parco canile di Roma, ma un servizio pubblico per l’intera città di Roma, un modello che proprio il Comune aveva preso in mano 13 anni fa.
Oggi il Comune di Roma ne ha decretato la chiusura senza neanche informare l’attuale gestore di quello che stava accingendosi a compiere, ne formendo alcuna giustificazione scritta della decisione assunta, un atto senza precedenti.
Per portare a termine questo piano si è avvalso di un cospicuo numero di forze dell’ordine (Carabinieri, Polizia di stato, Digos e Vigili Urbani), mettendo di fatto fine a un percorso di tutela del benessere animale che risale a 13 anni fa. Era il dicembre del 2003 quando la Magistratura sequestrava la struttura del Poverello a dei privati per maltrattamenti affidandola successivamente alla Associazione Volontari del Canile di Porta Portese, di comune accordo con il comune di Roma.
Lo stesso comune che subito dopo lo riempie con 250 cani, che possono passeggiare e vivere in un habitat naturale e di tutto rispetto. I cani vengono stabilizzati e curati per poi essere affidati alle famiglie che ne fanno richiesta.
Oggi con un solo colpo il comune ha riportato indietro di 13 anni la tutela e il benessere degli animali.
Noi non ci stiamo e difenderemo il modello di tutela degli animali che appartiene alla nostra nostra storia e a quella di Roma, il cui simbolo è appunto un cane!

Guarda anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>