Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

A Corviale nasce l’Albergo delle piante

image_pdfimage_print

Stare insieme nel segno del verde.
Un giardino condiviso all’interno di una piazza per riappropriarsi di un’area comune dove incontrarsi e stare insieme. E’ l’Albergo delle piante nato a Corviale, il palazzone grigio che si estende per un chilometro nella periferia ovest di Roma, grazie all’iniziativa di Mimmo Rubino e Angelo Sabatiello. (Video – Foto)

“L’obiettivo – spiegano gli artisti volontari – è quello di riempire di piante tutta la scalinata della Piazza del Mercato e rendere lo spazio bello e verde per goderne insieme in momenti di relax”. Un’iniziativa che nasce dal basso, che cerca la collaborazione degli abitanti del posto e di tutti i cittadini che vogliano offrire un contributo, un’opera collettiva che ha l’obbiettivo di ridare vita a un’agorà poco sfruttata in cui il quartiere possa incontrarsi e identificarsi.

Camelie, cactus, alberelli di limone o ortensie. Ogni tipo di pianta donata dai cittadini o portata dagli stessi volontari, è bene accolta. “Anche se a dire il vero – spiega Angelo – l’idea sarebbe quella di fare un piccolo vivaio pubblico di piante officinali perché la zona è bene esposta e si presta”. A prendersene cura, gratuitamente, sono principalmente gli ospiti della Comunità terapeutica Cism Asl Roma D, che si affaccia proprio sulla Cavea. E, due mercoledì al mese, insieme a Mimmo e Angelo offrono tè caldo, dolci e simpatia a chiunque voglia andare a fare due chiacchiere. Ma chiunque abbia il pollice verde o la passione per il giardinaggio è invitato a partecipare.
Portare avanti il progetto in un quartiere come Corviale tuttavia non è sempre semplice. “Fino a un mese fa – dice Mimmo – le piante erano quasi il triplo ma qualcuno, simpaticamente, ha deciso di portarsele a casa. Ma del resto era messo in conto, anche questa è una forma di partecipazione. Comunque contiamo, in primavera, di averne più di prima”. E chiunque volesse dare una mano può cercare su Facebook l’Albergo delle piante, pubblicizzare l’iniziativa, contattare i volontari e offrire il proprio aiuto.

link all’articolo

Guarda anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>